Il Post

La fotografia di paesaggio è spesso sinonimo di obiettivi grandangolari, elementi in primo piano posizionati strategicamente e poi… tutto il resto. Non c’è dubbio che l’utilizzo di tale approccio può creare immagini meravigliose, ma se cercassimo un approccio diverso e utilizzassimo un teleobiettivo?

Con un teleobiettivo, è possibile isolare un elemento chiave e portarlo in primo piano rispetto alla composizione, piuttosto che lasciarlo perdere tra le altre distrazioni introdotte quando si scatta con un grandangolo. Un teleobiettivo comprime anche la prospettiva del paesaggio, avvicinando oggetti lontani molto più vicino, dando un diverso senso di scala a quando usi un obiettivo grandangolare. Ecco alcuni suggerimenti :

  • Composizione: cerca un elemento caratteristico del paesaggio e cerca di isolarlo all’interno dello scatto, tralasciando elementi inutili che sminuiscono la composizione, ad esempio il cielo. Spesso sentiamo il bisogno di includere il cielo nelle immagini del paesaggio, tuttavia, se non aggiunge interesse significativo o toglie nulla all’elemento principale, perché non lasciarlo fuori?
  • Treppiede: un treppiede robusto permette di poter scattare senza muovere la fotocamera. I teleobiettivi sono molto sensibili al minimo movimento, quindi un supporto solido è la chiave per catturare immagini nitide. Utilizzate lo scatto remoto, disattivate la stabilizzazione dell’immagine e valutate di utilizzare la funzione “blocco dello specchio”.
  • Tempi di esposizione: Se si scatta a mano libera, una buona regola è quella di puntare a una velocità dell’otturatore più rapida di “1 / lunghezza focale equivalente al 35mm” per evitare vibrazioni ma, a seconda della luce disponibile, non è sempre possibile (ad esempio: usi un 300mm con una APSC Canon? Il tempo minimo dovrebbe essere 1/500 secondi).
  • Selezione del diaframma: prestare attenzione all’apertura ottimale richiesta per catturare la scena con fuoco nitido. Quando il soggetto è distante, è possibile ottenere facilmente una grande profondità di campo (anche con un teleobiettivo), quindi prendere in considerazione l’uso di diaframmi centrali della scala del teleobiettivo tra F/11 e F/16.
  • Filtri: se hai scelto di incorporare il cielo all’interno di un teleobiettivo, potresti scoprire che la gamma dinamica della scena è maggiore di quella che la tua videocamera può catturare in un solo scatto. In genere, è possibile utilizzare i filtri a densità neutra graduata per superare questo problema,
  • Panorami: gli obiettivi dei tele sono ottimi per catturare i panorami in quanto c’è una minima distorsione dovuta alla lunghezza focale. Ciò significa che è possibile acquisire un numero di immagini da unire insieme in un’immagine panoramica.

Realizzare composizioni che funzionano con un teleobiettivo può essere inizialmente una sfida difficile e tremendamente sconfortante, tuttavia non passerà molto tempo prima di iniziare ad isolare elementi del paesaggio con efficacia. Un buon esercizio è quello di uscire e sfidare se stessi a scattare paesaggi con solo il teleobiettivo. Scoprirai che il cambiamento della lunghezza focale potrebbe essere rinfrescante, perché persino i paesaggi locali possono essere trasformati in qualcosa di non familiare se visti attraverso un teleobiettivo.

Vediamo da vicino qualche consiglio relativamente alle diverse lunghezze focali.

  • Teleobiettivi corti (fino a 100mm): Non sono molto diversi dal grandangolo e molte delle strategie di composizione sono le stesse. Tuttavia introducono un po’ di compressione del campo e quindi l’uso di una apertura chiusa è necessaria per non avere lo sfuocato.
  • Teleobiettivi medi (100-200mm): Ignorate gli elementi in primo piano e cercate anche grandi elementi lontani che possono essere mostrati nella loro interezza tutti a fuoco.
  • Teleobiettivi lunghi (oltre 200mm): Raramente c’è molta profondità nelle immagini realizzate in questa gamma focale. La profondità di campo è poco profonda nella maggior parte delle aperture e può essere difficile o impossibile mantenere la messa a fuoco in tutti i livelli dell’immagine. Quindi seleziona attentamente il tuo punto focale e componete l‘immagine per adattarla alla storia che volete raccontare.