Il Blog

Iniziare con la fotografia può sembrare un compito scoraggiante. Ci sono così tante cose da imparare e praticare che a volte può sembrare un compito impossibile. Sfortunatamente, non ci sono scorciatoie e se vuoi fare delle foto migliori allora devi essere disposto a spendere molte ore di pratica e di apprendimento.

Qualche consiglio di Kav Dadfar per evitare qualche errore per iniziare a fotografare all’aperto.

Errore n. 1 – Impostazione automatica della fotocamera

Mi stupisce sempre quando vedo i fotografi con l’ultima costosa reflex digitale usare la modalità automatica. Oltre ad acquisire foto di qualità migliore da un punto di vista della risoluzione, l’altro vantaggio principale delle reflex digitali è la quantità di controlli che si ha sul processo di acquisizione delle foto. Certo, le funzioni automatiche sulle fotocamere sono comode, ma spesso significa accettare compromessi che non sono necessariamente la migliore soluzione per l’immagine.

Il motivo principale per cui dovresti evitare la modalità automatica all’avvio è che ti impedirà di imparare. Devi imparare a essere in grado di impostare la velocità dell’otturatore, l’apertura e quando aumentare l’ISO perché è l’unico modo per avere il pieno controllo del risultato finale.

Errore # 2 – Scattare in formato JPEG

Non riesco a vedere alcun motivo per cui qualcuno vorrebbe scattare in formato JPEG con una fotocamera, a meno che non si tratti di una richiesta specifica che richiede il caricamento istantaneo delle immagini, la cattura di JPEG non dovrebbe essere un’opzione. L’unica ragione per cui le persone usano la modalità JPEG nella fotocamera è di risparmiare spazio sul disco, ma chiediti se vale la pena compromettere la qualità della foto per l’acquisto di un paio di schede di memoria aggiuntive?

Se la tua fotocamera ha i file RAW (quali sono attualmente tutte le reflex digitali e le fotocamere più compatte e mirrorless), è quello che dovresti usare. Offre molta più flessibilità quando si tratta di post-elaborazione. Anche se prevedi di utilizzare le tue immagini solo sui social media, è meglio catturare le immagini in RAW, post-elaborarle e salvarle come file JPEG.

Errore # 3 – ISO troppo alta

Per quelli di noi che fotografavano con la pellicola, ISO era la sua sensibilità alla luce. Quindi, se si desidera catturare foto in condizioni di oscurità, si utilizza un rullino con un ISO più elevato. Questo concetto è esattamente lo stesso ora nella fotografia digitale. Maggiore è il valore ISO, più sensibile è il sensore della fotocamera. Il lato negativo di questo è che maggiore è il valore ISO, maggiore è il rumore che si ottiene nell’immagine. Uno dei più grandi consigli per ogni aspirante fotografo è quello di mantenere sempre l’ISO il più bassa possibile e aumentarla solo quanto è necessario per ottenere una buona immagine.

Errore # 4 – Velocità dell’otturatore troppo lenta

Una delle più grandi lotte per i fotografi principianti è spesso catturare immagini non mosse. Spesso il fotografo non ha usato una velocità dell’otturatore abbastanza veloce. La velocità dell’otturatore dipende dalla velocità con cui l’oggetto che stai fotografando si sta muovendo e dall’obiettivo che stai utilizzando. Ad esempio, potresti essere in grado di catturare una foto di qualcuno che corre con una velocità dell’otturatore di 1/250 sec, ma un’auto in rapido movimento avrebbe bisogno di una velocità dell’otturatore più veloce per bloccarla. Se si utilizza un obiettivo da 300 mm, sarà necessario anche un tempo di posa più rapido (mantenere la velocità dell’otturatore come reciproca della lunghezza focale, quindi 1/300).

Errore # 5 – Fotografare a mezzogiorno

Per qualsiasi fotografia all’aperto, la luce è spesso la componente chiave per trasformare un’immagine corretta in una grande immagine. Dato che fotografare a mezzogiorno quando è luminoso e soleggiato di solito significa che le tue immagini sembreranno piatte e le ombre saranno molto dure. Quindi cerca di evitare di fotografare intorno a mezzogiorno e invece costruisci le tue riprese intorno al mattino presto o nel tardo pomeriggio / sera.

Errore # 6 – Non essere pronto

Una delle grandi soddisfazioni per i fotografi è quella di catturare momenti fugaci che altrimenti sarebbero persi per sempre. Ma per farlo devi essere pronto. Ciò significa avere la fotocamera al collo, accesa e senza il copri obiettivo. Dovresti anche prendere l’abitudine di regolare le impostazioni mentre ti muovi per soddisfare le condizioni in modo da essere pronto a catturare l’immagine quando si presenta l’occasione.

Errore # 7 – Luci / ombre troppo spinte

Uno degli strumenti chiave per fotografare è l’istogramma. Se le zone chiare sono troppo luminose, potrebbero essere completamente bianche senza alcun dettaglio. Allo stesso modo, se le tue ombre sono troppo scure saranno completamente nere. Il modo migliore per controllare questo al momento di scattare la foto o in fase di post-produzione è usare il tuo istogramma. Se una qualsiasi parte dell’istogramma viene tagliata a sinistra, vi sono aree nere pure nell’immagine e se è tagliata a destra ci sono aree bianche pure nell’immagine. Individuando questo nel tuo istogramma puoi modificare le impostazioni per evitare di tagliare o correggere eventuali problemi in fase di post-produzione.

Errore # 8 – Fotografia non diritta

Che tu sia un sostenitore della post-elaborazione o qualcuno che non crede che le foto debbano essere modificate, l’unica cosa che dovresti sempre fare è assicurarti che le tue immagini siano dritte: è meglio mettere le cose a posto fin da quando si scatta la foto. Alcune macchine hanno vari elementi per aiutarti a ottenere l’immagine corretta quando guardi attraverso il mirino o sullo schermo LCD.

Errore # 9 – Essere timidi

Quando fotografate per strada per quanto ci proviate non sarete mai invisibili. Non siate timidi e spiegate, presentatevi, rendete le persone che vi circondano consapevoli di quello che fate: prima vi farete accettare, prima riuscirete a stare vicino ai vostri obbiettivi e soggetti.

Errore #10 – Essere banali

C’è sempre tempo per fare una fotografia stile cartolina o una ripresa in piedi e frontalmente al vostro obbiettivo o soggetto. Non siate banali e cercate dei punti di vista diversi!

Chi frequenta le biblioteche italiane, e perché? (altro…)

Come scritto qualche giorno fa, fotografare all’alba può regalare buone occasioni. Pur non essendo una giornata particolarmente speciale – poca foschia, poco sole, poche nuvole, praticamente un tempo che neanche lui sapeva cosa fare – sono andato ai bordi del Mortone dell’Adda. Il Mortone nasce come Riserva di Caccia con Regio Decreto del 1933,  è oggi una moderna azienda faunistica venatoria da sempre gestito dalla famiglia Brambilla. (altro…)

Dice il proverbio:

Il primo uccello cattura il verme

 (altro…)

La fotografia di paesaggio è spesso sinonimo di obiettivi grandangolari, elementi in primo piano posizionati strategicamente e poi… tutto il resto. Non c’è dubbio che l’utilizzo di tale approccio può creare immagini meravigliose, ma se cercassimo un approccio diverso e utilizzassimo un teleobiettivo? (altro…)