Il Post

0

L’iperfocale, le distanze vicina e lontana per le quali la nitidezza sono accettabili e la profondità di campo possono essere calcolate utilizzando le equazioni di Greenleaf, Allen R., Photographic Optics (The MacMillan Company, New York, 1950, pp. 25-27). Abbiamo:

  • La distanza iperfocale: H = f^2/(N*c)+f
  • La distanza vicina con nitidezza accettabile: Dmin = s*(H-f)/(H+s-2*f)
  • La distanza lontana con nitidezza accettabile: Dmax = s*(H-f)/(H-s)

nelle quali:

  • f è la lunghezza focale, mm
  • s è la distanza di messa a fuoco, mm
  • N è il numero del diaframma
  • c è il circolo di confusione, mm

I valori dei circoli di confusione suggeriti sono:

Formato Circolo di confusione (mm)
35mm 0.030
Canon reflex pieno formato 0.030
Nikon reflex pieno formato 0.030
Canon reflex digitali APSC 0.019
Nikon reflex digitali APSC 0.020
Canon Powershot 0.005-0.006 (dipende dal modello)
Nikon Coolpix 0.004-0.007 (dipende dal modello)
8”x10” (20×25 cm) 0.200 (valore base)

 

Per lunghezze focali molto inferiori della distanza di messa a fuoco (f << s, scrivono gli amici matematici) – praticamente se non fate fotografia macro – le equazioni si semplificano un po’. Infatti:

  • L’iperfocale semplificata: H = f^2/(N*c)
  • La minima distanza: Dmin = s*H/(H+s)
  • La massima distanza: Dmax = s*H/(H-s)
  • La profondità di campo diventa: PDC = 2*s*H/(H-s)/(H+s)

Con le equazioni semplificate si nota subito che se la distanza di messa a fuoco è uguale all’iperfocale s = H la profondità di campo va dalla meta della distanza di messa a fuoco s all’infinito, un ottima soluzione per la fotografia di strada…

Per esempio:

  • Macchina fotografica Canon 7D (circolo di confusione 0.019 mm)
  • Lunghezza focale f = 24 mm
  • Apertura N = 5
  • Distanza di messa a fuoco s = 6 metri (6000 mm, 24 mm << 6000 mm)
  • Iperfocale H = 6 metri
  • Minima distanza Dmin = 3 metri
  • Massima distanza Dmax = infinito

Non male! Potreste disattivare la messa a fuoco automatica, lasciarla fissa ed utilizzare la vostra macchina come una punta e scatta!!!

Come cambia la profondità di campo tra una APSC e una reflex pieno formato?

La seconda a parità di inquadratura, di distanza di messa a fuoco, di diaframma avrà una minore profondità di campo, ovvero un maggiore sfuocato: ecco perchè le pieno formato sono macchine più ambite dai ritrattisti…

Per esempio:

Macchina f s N c PDC
Canon APS-C 24* 600 5.6 0.019 129
Pieno formato 38.4* 600 5.6 0.030 79

Nota * Per avere la stessa inquadratura dalla stessa distanza devo avere obiettivi con lunghezza focale diversa pari al rapporto tra le dimensioni del sensore.

La differenza tra APSC e pieno formato è di circa di uno stop e mezzo:

Macchina f s N c PDC
Canon APS-C 24 600 3.4 0.019 77
Pieno formato 38.4 600 5.6 0.030 77

che significa che per avere lo stesso sfuocato dovete avere obbiettivi più luminosi!