KZ Mauthausen

KZ Mauthausen

Il campo di concentramento di Mauthausen (Mauthausen-Gusen dall’estate del 1940) era un lager nazista, una fortezza in pietra eretta nel 1938 in cima a una collina sovrastante la piccola cittadina austriaca.

Considerato impropriamente come semplice campo di lavoro, fu di fatto, fra tutti i campi nazisti, «il solo campo di concentramento classificato di “classe 3” (campo di punizione e di annientamento attraverso il lavoro)». Vi si attuò lo sterminio soprattutto attraverso il lavoro forzato nella vicina cava di granito, e la consunzione per denutrizione e stenti, pur essendo presenti anche alcune camere a gas.

Nel lager nazista di Mauthausen dall’8 agosto 1938 al 5 maggio 1945, e nei suoi sottocampi, 130’666 prigionieri vennero orribilmente assassinati dai carnefici nazisti, 5’750 erano italiani. Solo 40 mila vittime vennero identificate.

Il sito del memoriale di Mauthausen.