Il Post

0

La basilica di San Simpliciano, in origine Basilica Virginum, venne terminata dal successore di Ambrogio, san Simpliciano ed alla sua morte vi fu collocato il suo sepolcro.

Nel IX secolo ne presero possesso i benedettini cluniacensi, nel 1517 la chiesa e il convento passarono ai benedettini cassinesi che vi restarono sino al 1798, anno in cui il convento fu trasformato in caserma.

Il chiostro quattrocentesco, più piccolo, consta di un portico con colonne realizzate in Serizzo di scuola leonardesca.

Tutta la serie qui.

Urbana