Paullo e Muzza

Muzza, ottobre

Il mese era ottobre, un mese di giorni che si accorciavano, ma di luce dorata dall’alba al tramonto. Non rimaneva molto tempo prima dell’arrivo dell’inverno.
Elisabeth de Waal

Muzza, settembre

Nel 1218, terminate le varie guerre presso la città di Lodi, Federico II assegna le Acquae Mutiae ai lodigiani, i quali attorno al 1200 iniziarono la costruzione della parte del canale a valle di Paullo.

Un progetto CHIPs.

Acqua cheta

Passa acqua cheta
Sotto il ponte sospeso
Come il respiro

(Sandra Palmisano, 108 haiku)

Strade urbane /3

La diversità e la molteplicità delle prospettive e dei punti di vista, nella società odierna, richiede un’attenzione particolare. Siamo sicuri di osservare quello che è davanti a noi a Paullo?

Un progetto CHIPS con Hipstamatic.

Muzza, tra cielo e acqua

Canale Muzza. Dopo le versioni mattutina (Acqua e prati), pomeridiane (Memories e Muscia) senza dimenticare qualche Dittico analogico, le Visioni Diurne e i Presentimenti, la versione serale del canale caro ai paullesi.

Muscia (Muzza)

La Muzza, in lombardo Muscia (si pronuncia mu:sa), in quel di Villambrera a Paullo.

Muzza, acqua e prati

Si dice se si soffre di insonnia bisogna cercare un prato e camminarci sopra a piedi nudi. Io l’ho fatto un giorno di giugno tra le cinque e le sei del mattino…

Un progetto CHIPS con Hipstamatic

Dittici analogici

“La pellicola è finita, il digitale sarà sempre meglio” è una boiata pazzesca. Riscoprire la pellicola dopo tanti anni permette di riscoprire ritmi più lenti.

Per gli amici di P-Lomo Ispirazioni analogiche una serie di dittici da… pellicola.

Stay High (3ED)

Tra fotografia e pittura, in un gioco di completamento reciproco. L’obiettivo è quello di confondere lo sguardo per offrire suggestioni e sollecitare la curiosità, permettendo di vedere la città da un altro punto di vista.

Muzza, visioni diurne

P-Lomo Ispirazioni analogiche: una serie di dittici da pellicola istantanea, lungo il canale Muzza a Conterico.

Muzza, presentimenti

P-Lomo Ispirazioni analogiche: tre dittici da pellicola istantanea, lungo il Canale Muzza a Villambrera.

Spring and bike

Un classico per i paullesi: il giro in bicicletta tra campagna e canale Muzza. Un tentativo di raccontare con fotografie un luogo già visto mille volte.

Al mercato

Resistono. Nonostante tutto i mercati rionali sono il settimanale ritrovo di tante persone. Tra chiacchiere e compere.

Salvataggio

Timidi e pudici quasi tutto l’anno, ma quando il sole spacca le pietre non resistiamo: tutti quasi nudi a bordo piscina. Solo il bagnino resiste in maglietta.

Fabbrica

Fabbrica: dal latino FABRICA, da FABER fabbro – Edificio, ossia luogo fabbricato; luogo dove si lavora o si fabbrica checchessia (in antico specialmente il ferro). Le fabbriche possono essere paragonate ad un essere vivente. Lo sviluppo tecnologico ha portato alla nascita di strutture sempre più automatizzate e alla morte di altre.

Questo luogo oggi non c’è più… Un pezzo di Paullo scomparso (e non ci manca!).